La tecnologia utilizzata

La differenza la fa l’ossigeno!

Diversamente da altri impianti ormai tecnologicamente superati, Pianobio utilizza una tecnologia di digestione anaerobica del rifiuto organico: a fare la differenza insomma è la mancanza dell’ossigeno.

Il processo è un sistema “chiuso” che avviene dentro reattori sigillati ermeticamente: una scelta che risolve alla radice il tema delle emissioni odorigene. Ciò nonostante, si è scelto di dotare l’impianto di un sistema per la captazione delle emissioni odorigene e di un programma di controllo e manutenzione costante del processo.

Asja e Cassagna hanno operato una scelta in grado di garantire standard elevati di qualità e sicurezza: stiamo parlando del processo di lavaggio ad acqua in pressione (PWS – pressure water scrubbing) che permette di trasformare il biogas, composto per il 60% da CH4, in biometano, composto per il 98% da CH4 (assimilabile quindi al metano di rete).